SEO internazionale

Vi state chiedendo cosa sia esattamente il SEO internazionale? In questo articolo, vi forniamo una breve spiegazione di esso così come alcune migliori pratiche SEO.

In poche parole, è l'ottimizzazione dei motori di ricerca per i siti web che operano in più paesi.

Se hai un sito web multilingue, devi prendere misure speciali per garantire che i motori di ricerca indicizzino correttamente tutte le sue versioni. A meno che tu non faccia alcune specifiche chiave, lascerai al caso il compito di determinare se ogni versione è filtrata per la sua rispettiva posizione geografica.

SEO internazionale

L'ottimizzazione di un sito web multilingue per il pubblico internazionale comporta tre considerazioni chiave: la localizzazione del contenuto globale, la scelta della struttura del sito web più appropriata e l'ottimizzazione dell'attributo hreflang.

 

Localizza il tuo contenuto

Prima di decidere quale sarà la migliore strategia per ottimizzare il tuo sito a livello internazionale, dovresti fare una piccola ricerca preliminare. Così facendo, sarete in grado di prendere decisioni strategiche informate che daranno forma alla vostra strategia SEO internazionale.

Una delle decisioni chiave che devi prendere riguarda lo stabilire il tuo target internazionale. Vuoi ottimizzare per diverse lingue o diversi paesi? Per scegliere l'opzione migliore, devi indagare se il potenziale di traffico e le dinamiche del mercato locale giustificano la creazione di versioni separate del sito per ogni paese.

Mentre indagate sul pubblico internazionale, scaverete più a fondo nelle preferenze di acquisto online locali e nei fattori culturali. Questo vi aiuterà a prendere le decisioni più adatte alle reali caratteristiche demografiche. Puoi fare un'ipotesi molto educata semplicemente guardando le scelte già fatte dai tuoi concorrenti diretti o anche da altri siti internazionali che operano negli stessi mercati.

Guardando cosa fanno gli altri e facendo una piccola ricerca di parole chiave per ogni lingua e paese, saprai come strutturare al meglio il tuo sito web per il SEO internazionale. Inoltre, avrai un'idea di come effettuare l'ottimizzazione.

Ma prima di poter iniziare ad ottimizzare le vostre versioni internazionali, dovete prima prendere un'importante decisione strutturale.

 

Struttura del sito web per il SEO internazionale

Non importa se decidete di dividere il vostro sito web per lingua o paese. Devi prendere una decisione tecnica fondamentale che pone le basi per il SEO internazionale. Come strutturare al meglio l'URL del tuo sito web per filtrare le versioni separate.

Hai tre opzioni principali disponibili per raggiungere questo obiettivo: CCTLD (country code top-level domains), sottodomini e directory. Facciamo una breve panoramica di ciascuna di queste opzioni.

La scelta dei CCTLD comporta la registrazione di un dominio separato per ogni versione internazionale del tuo sito web. In questo caso, ogni dominio supporta il codice del paese appropriato (yourwebsite.us, yourwebsite.co.uk, yourwebsite.it, e così via). A prima vista, questa può sembrare una buona idea. Tuttavia, può comportare spese ingenti perché si continuano ad accumulare registrazioni di domini. Inoltre, richiede ulteriori burocrazie in alcuni paesi. Questa opzione è fattibile e utile solo per le aziende con grandi budget che vogliono concentrarsi su singoli paesi separatamente.

Utilizzare un sottodominio per filtrare le versioni internazionali dei tuoi siti web è un'opzione più comune che è tecnicamente meno impegnativa e meno costosa. Questo comporta la creazione di sottodomini separati del tuo sito web. Ognuno si rivolge a un paese o una lingua diversa (us.yourwebsite.com, uk.yourwebsite.com, it.yourwebsite.com, ecc.) Ogni sottodominio ospiterà una versione diversa del tuo sito web che è completamente ottimizzata per quella lingua, permettendo un'ottimizzazione internazionale più precisa e gestibile.

L'opzione più semplice disponibile comporta l' uso di sottodirectory nel tuo dominio per servire versioni diverse (come www.yourwebsite.com/uk/, www.yourwebsite.com/uk, www.yourwebsite.com/it, e così via). Questa opzione è la più semplice da implementare delle tre. Tuttavia, può essere difficile da gestire se il tuo sito web ha molte versioni che implicano la creazione e l'ottimizzazione continua del contenuto.

Ognuna di queste opzioni richiederà di ottimizzare ogni versione del sito web separatamente con parole chiave locali pertinenti, meta tag e contenuti tradotti.

Se scegliete di mantenere tutte le versioni internazionali del vostro sito web in esecuzione dallo stesso TLD (attraverso un sottodominio o una directory), è necessario utilizzare l'attributo hreflang per separare chiaramente ogni sito web specifico del paese. Ecco come fare:

 

Ottimizzazione Hreflang

Nel caso non abbiate familiarità con hreflang, è semplicemente un attributo HTML usato per specificare il contenuto internazionale specificando i meta tag per ogni paese e lingua nel codice della pagina web. Questo viene fatto sulle singole pagine aggiungendo l'attributo HTML lang="??", dove si sostituisce ?? con il meta tag specifico del paese/lingua (come en-US, en-UK, it).

hreflang

Usando questo attributo per dichiarare la lingua associata ad ogni sezione HTML, puoi aiutare i motori di ricerca a capire come il tuo sito web sia diviso in diverse lingue. Ognuna è ottimizzata localmente con le parole chiave appropriate e le informazioni dei meta tag.

Come potete vedere, il SEO internazionale non è davvero così complesso. Si tratta in realtà di usare le stesse pratiche SEO che conoscete, solo che dovete articolarle in diversi mercati e versioni di siti web.

 

8 migliori pratiche per il SEO internazionale

Ora che conoscete le basi del SEO internazionale, facciamo un passo avanti. Ecco otto consigli di SEO internazionale che dovresti seguire per espandere il tuo business con successo.

Prestare particolare attenzione all'esperienza sulla pagina

Ogni volta che Google fa un aggiornamento, chiarisce che l'attenzione principale è sull'esperienza on-page. Un ottimo esempio di questo è il Core Web Vitals, che diventerà un fattore di ranking nel maggio 2021.

Se questo è qualcosa da tenere a mente nel SEO in generale, è anche cruciale per il SEO internazionale. Quando si ottimizza l'esperienza della pagina, è necessario concentrarsi prima sull'indicizzazione della versione mobile in tutti quei paesi in cui il sito opera.

Fare attenzione all'uso delle traduzioni automatiche

La traduzione automatica può sembrare facilitare le cose, ma in realtà è meglio evitarla. È comune che gli errori di traduzione appaiano a causa di alcuni aspetti della lingua che la macchina non può capire.

Obiettivo internazionale

E la verità è che una traduzione mal fatta non sarà vantaggiosa per il posizionamento della vostra pagina. Quindi, è essenziale rivolgersi a traduttori in grado di comprendere il contesto del vostro testo. Questo è un modo eccellente per salvaguardare la vostra reputazione con gli utenti locali fin dall'inizio.

Ricorda che in ogni paese, le parole chiave e le SERP variano.

Indipendentemente dal fatto che l'algoritmo di Google funzioni universalmente, la verità è che le SERP cambiano a seconda della zona. Quando cerchi un servizio in Italia, i risultati che otterrai non avranno nulla a che vedere con quelli che appaiono se fai la stessa domanda in Canada.

Dovreste iniziare con l'analisi delle SERP se avete intenzione di puntare a una particolare parola chiave in diversi paesi. E devi anche guardare i cambiamenti nel volume di ricerca delle tue parole chiave di destinazione. A seconda del luogo, ci saranno probabilmente termini che incontreranno meglio l'intento dell'utente, anche se la traduzione è imprecisa.

EAT: tre criteri da considerare

EAT (esperienza, autorità e affidabilità) sono elencati nella Guida di Google ai valutatori di qualità della ricerca. Si tratta di parametri che aiutano a costruire la fiducia. Sono essenziali in qualsiasi tipo di pagina. Soprattutto in quelle che trattano argomenti YMYL (your money, your life). È, quindi, impensabile trascurarli se si parla di buone pratiche nel SEO internazionale.

Sulla base di questo, alcuni degli aspetti principali su cui dovreste concentrarvi, tra gli altri, sono:

  • Creare il tuo marchio.
  • Migliorare la sicurezza tecnica del vostro sito.
  • Avere i nomi e le biografie degli autori sui contenuti editoriali.

Prendere in considerazione le tendenze di ricerca sia locali che internazionali

La pandemia ha causato cambiamenti significativi nel volume e nel comportamento della ricerca. Tuttavia, è vero che le nostre preferenze variano continuamente e che una tendenza può essere molto diversa da paese a paese.

Ci sono strumenti come SEOmonitor o Google Trends molto utili per ricercare i volumi e le tendenze delle parole chiave. Inoltre, l'Anno della ricerca di Google fornisce anche informazioni sul mercato in cui si opera.

Fai il tuo piano e mettilo in azione

Non importa quanta analisi si faccia nel mondo del SEO, alla fine, non si possono trarre conclusioni finché non si fanno dei test. Una volta che si sperimenta, si può creare una tabella di marcia ed eseguirla.

Per fare questo, dovete dividere la vostra lista di elementi tecnici in SEO, contenuto e collegamento. Una volta fatto questo, sarete in grado di creare il vostro programma di ottimizzazione.

Fare buon uso dei reindirizzamenti e della canonicalizzazione

Ireindirizzamenti e gli URL canonici giocano un ruolo fondamentale in un sito web, ma è necessario trattare questi elementi correttamente. Dovresti essere consapevole che mentre il reindirizzamento 301 indirizza ad un'altra pagina, il tag canonico suggerisce solo al motore di ricerca.

Quando li implementate nel SEO internazionale, assicuratevi che i redirect e i canonicals non contraddicano l'hreflang.

Aggiungere una struttura sitemap multipla.

L'importanza di utilizzare le sitemap XML è indiscutibile, in quanto informano i motori di ricerca su quali URL scansionare un sito web. Ma per un sito per essere indicizzato meglio e ottenere più traffico, l'aggiunta di una struttura sitemap multipla è consigliabile.

Questa idea non è solo vantaggiosa per i siti web che hanno una dimensione considerevole, ma anche per quelli più piccoli. In tutti i casi, aiuta a renderli più chiari e a semplificare le diagnosi future.

L'utilizzo di file di indice delle sitemap e la divisione delle sitemap in regioni rende più facile per i motori di ricerca capire la struttura del web e arrivare al suo contenuto.

Arrow-up