Duplicare il contenuto

Icontenuti duplicati sono un problema in SEO, anche se, come vedremo, non è per il motivo che si pensa di solito. Analizziamo questo problema per scoprire quali sono le sue reali conseguenze e come evitarle. Seguite le nostre linee guida per sbarazzarvene ed evitare gravi danni ai vostri sforzi di SEO.

Per prima cosa, iniziamo con le basi.

 

Cos'è il contenuto duplicato?

Secondo la definizione di Google, i contenuti duplicati si riferiscono a parti di contenuto all'interno di un dominio o tra domini che corrispondono completamente o sono notevolmente simili. Un altro modo per spiegarlo sarebbe il contenuto che vive in diversi luoghi. Ora la domanda è: che tipo di contenuto duplicato c'è e perché viene generato? Questo è ciò che affronteremo in seguito.

contenuto duplicato

Come viene definito il contenuto duplicato?

Dalla definizione di Google si deduce che esistono due tipi di contenuti duplicati:

  • Duplicare i contenuti all'interno dello stesso sito web.
  • Duplicazione di contenuti trovati tra due diversi domini. In questo caso, Google considera il contenuto duplicato raschiato (copiato).

 

Cause comuni dei contenuti duplicati

Le ragioni principali per le quali si creano tipicamente contenuti duplicati sono le seguenti:

 

Creare diversi URL con lo stesso contenuto

Se creiamo consapevolmente o erroneamente lo stesso contenuto per diversi URL, dobbiamo sapere che questo darà problemi di duplicazione dei contenuti al motore di ricerca.

 

ID sessioni in URL

Questo problema di duplicazione si verifica spesso quando ad ogni utente che arriva alla pagina viene assegnato un ID che viene memorizzato nell'URL. Succede quando si vuole rintracciare l'utente o se è disponibile un carrello della spesa sul web.

 

Il CMS non utilizza URL puliti

La pagina principale di un sito web è la home page in quanto è quella con il maggior numero di link, sia internamente che esternamente. Dato che ha così tanti link e outlink, è essenziale mantenere l'URL pulito. A volte vengono creati parametri URL che puntano alla home page, generando contenuti duplicati.

 

Paginazione dei commenti

Alcuni CMS come WordPress includono la possibilità di impaginare i commenti, con conseguente duplicazione del contenuto se il numero di commenti è elevato.

 

Struttura URL incoerente / parametri URL utilizzati per lo smistamento e il tracciamento

Fate attenzione a questi URL:

www.myweb.com

myweb.com

http://myweb.com

http://myweb.com/

https://www.myweb.com

https://myweb.com

Sono gli stessi per voi, e in effetti, sono lo stesso URL di destinazione. Ma i bot dei motori di ricerca non la vedono allo stesso modo e li considerano come URL diversi. Così, quando i bot trovano lo stesso contenuto in due URL, lo trattano come un duplicato.

Lo stesso problema si pone anche per il tracciamento degli URL, che può essere identificato anche come un contenuto duplicato.

Per questo motivo è necessario prestare particolare attenzione alla struttura del vostro URL.

 

wwww vs. non-wwww / http vs. https

È un vecchio problema, ma capita ancora che i motori di ricerca commettano errori quando un sito web è accessibile con o senza www. Qualcosa che si verifica, anche se in misura minore, con HTTP e HTTPS.

 

Utilizzo dei parametri nei siti web di e-commerce

Stiamo parlando di quando i parametri di ricerca, la paginazione, gli ID di sessione, il filtraggio o la classificazione vengono aggiunti agli URL. La pagina del prodotto è la stessa, ma per il GoogleBot ci sono URL diversi. Vediamolo con un esempio:

www.example.com/shop/red-sneakers

www.example.com/shop/red-sneakers?number=37

www.example.com/shop/red-sneakers?number=38

www.example.com/shop/red-sneakers?number=39

Anche questo problema si verifica quando si creano URL per il tracciamento.

 

Perché i contenuti duplicati sono un male per il SEO?

La generazione di contenuti duplicati è un male per il SEO per due motivi principali:

contenuto duplicato

  •   Se generate contenuti duplicati all'interno dello stesso sito, danneggerete il vostro SEO, ma non riceverete una penale da Google. Questo riduce le prestazioni di tutte queste versioni, in quanto sono in competizione tra loro.
  •   Allo stesso modo, i motori di ricerca hanno problemi a consolidare le metriche dei link per quel contenuto (autorità di pagina, fiducia e rilevanza), soprattutto quando ci sono altri siti che collegano a diverse versioni di quel contenuto.

 

Posso ricevere una penalità di Google per i contenuti duplicati?

Se si generano contenuti duplicati all'interno dello stesso sito, il SEO sarà danneggiato, ma non si riceverà una penale da Google. Questo rompe un "mito", poiché spesso si pensa che il motore di ricerca "punisca" i siti che contengono contenuti duplicati.

Tuttavia, il motore di ricerca penalizza se si estrae il contenuto di un'altra persona. In questo caso, e come abbiamo già sottolineato, si tratterebbe di "contenuto copiato" piuttosto che di contenuto duplicato, poiché il contenuto non è realmente "duplicato", ma piuttosto plagiato.

 

Come evitare che i contenuti duplicati diventino un problema

Sapendo già qual è il problema, ci sono diverse soluzioni da applicare:

  • Assicuratevi che i vostri URL siano coerenti e utilizzate la Google Search Console per indicare quale sia il dominio preferito.
  • Create contenuti originali su ogni pagina del sito web che vi interessa per apparire nelle classifiche.
  • Se è inevitabile mantenere pagine con contenuti molto simili, si dovrebbe utilizzare un tag canonico per la pagina preferita in modo che Google possa identificarla.
  • Evitate che i robot strisciano pagine non rilevanti, utilizzando il meta tag 'noindex'.
  • Eliminare quelle pagine che non sono di interesse e reindirizzare a quelle che lo sono. Quest'ultimo punto è fondamentale perché se non si assegna un redirect, i robot potrebbero incontrare l'errore 404 la prossima volta che tentano di tracciare gli URL.
  • Stabilite 301 reindirizza dagli URL non preferiti agli URL preferiti per avvisare il motore di ricerca delle vostre preferenze.
  • Utilizzare la Google Search Console per rimuovere gli URL dai risultati della ricerca e accelerare il processo in modo che Google non indicizzi ed esamini quelle pagine.
Arrow-up